Chista è ‘na vera Norma!

pasta alla normaDi Danila Alegiani/Francesca R. Bragaglia

‘Chista è ‘na vera Norma!’. Esclamazione del commediografo catanese Nino Martoglio di fronte a questo fumante piatto di pasta che venne paragonato a un capolavoro come la Norma di Vincenzo Bellini. Si narra anche che sempre in onore dell’opera di Bellini fu creato questo piatto la sera della sua prima catanese… Leggenda o realtà che sia, è appurato che questo piatto è un simbolo della Sicilia e dell’Italia, è sinonimo di Mediterraneo, di sole, orti, pascoli e buona terra fertile. Un trionfo per il palato, un’esplosione di gusti semplici ma decisi. A Catania dedichiamo la rivisitazione di questo primo intramontabile.

Ingredienti (per 4 persone):

– 300 gr. di Farfalle o mezze maniche (raccolgono bene il sugo);

– 4 melanzane viola oblunghe;

– due/tre spicchi di aglio;

– un piccolo mazzetto di basilico;

– sale qb;

– ricotta salata (se catanese ancora meglio!);

– olio per friggere;

– 4 cucchiai di olio evo;

– una lattina di polpa di pomodoro;

– sale grosso qb;

– carta assorbente per fritti.

Preparazione:

– In una padella far imbiondire leggermente nell’olio l’aglio svestito e privato della parte interna e versare il pomodoro, coprire con un coperchio e lasciar cuocere a fuoco dolce per una mezzora mescolando di tanto in tanto (e comunque spegnere il fornello quando il sugo si sarà addensato).  Trascorso questo tempo aggiungere un po’ di sale, e qualche foglia lavata e tamponata delicatamente di basilico. Coprire con il coperchio la padella.

– Lavare le melanzane, tagliarne le estremità, sbucciarle e tagliarle a fette non molto spesse, collocarle in un contenitore e alternare uno strato di melanzane e una manciata di sale grosso e una volta riempito il contenitore, collocarvi sopra un peso, affinchè le melanzane spurghino per tirar fuori l’acqua di vegetazione (operazione che varia dai 30 ai 45 minuti anche a seconda dello spessore delle melanzane). Trascorso il tempo utile passare le melanzane sotto l’acqua corrente per togliere il sale e asciugarle delicatamente e tagliarle a tocchetti o a strisce e friggetele in abbondante olio caldo. Una volta ben dorate, lasciatele scolare sulla carta paglia o sulla carta per i fritti (molto utile la vendono in fogli già pronti… una mano santa!!! ).

– Scolate la pasta che avrete fatto cuocere in abbondante acqua salata e prima di condirla, aggiungere nel sugo le melanzane (tenetene da parte una manciata per decorazione) e mescolare.

– A questo punto condite la pasta con la salsa e grattugiate una bella manciata di ricotta salata, guarnite con i tocchetti di melanzane e qualche foglia di basilico! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...