Volterra e San Gimignano PARTE SECONDA. Sensazioni…sapori… emozioni…

Di Francesca R. Bragaglia

Dove eravamo rimasti? Ah sì… abbiamo preso il caffè, ammazzacaffè, ci siamo fumati una sigaretta e ci siamo congedati dal Sig. Paolo del ristorante IL POZZO DEGLI ETRUSCHI… e ora ci facciamo una bella passeggiata perdendoci in questo groviglio di viuzze…20140615_100211 20140615_100135

Sudati come pochi e bisognosi di relax ci rendiamo conto che, come si dice dalle parti mie ‘S’è fatta una certa’ e andiamo alla ricerca del nostro hotel 4 stelle… giriamo in lungo e in largo, non c’è una indicazione, chiediamo informazioni ma senza capirci molto… alla fine raggiungiamo l’obiettivo…

20140615_100048

Hotel La Locanda, a due passi da Porta Fiorentina, una delle porte della cinta di origini medievali. Ci accolgono con gentilezza, ci assegnano la stanza… piccolo inconveniente con l’aria condizionata… no problem! Si sono prodigati subito con gentilezza e professionalità per farci subito cambiare di camera. Stanze accoglienti, con tivù, minibar, vasca con doccia, profumo di pulito e tranquillità… che meraviglia! Non ha tradito quanto raccontato e fotografato nel sito dell’hotel… consiglio vivamente di pernottare lì se vi trovate a Volterra (per info http://www.hotel-lalocanda.com/hotel/). Chiediamo all’accoglienza dove poter parcheggiare il più vicino possibile all’hotel e magari risparmiando qualcosa. Ci viene risposto che a cinque minuti dalla Porta Fiorentina si trova il parcheggio dei camper gratuito per le auto… tutto molto bello… ma ecco che arriva il silenzio da film che crea la suspence… ‘Però ci sono un bel centinaio di gradini da salire!!!’ Beh che problema c’è? Contentissimi mano nella mano come due piccioncini budinosi da far venire il diabete e cadere i denti, andiamo a recuperare il nostro bolide ‘tre camere e cucina’ lasciato a quel parcheggio custodito dal simpatico signore (vedi post precedente…) e ci fiondiamo al parcheggio dei camper… saranno stati pure un centinaio di gradini (e pure in salita) però non avevamo fatto i conti con trolley e borsone… una sudata degna di Rocky quando si allena correndo quella famosa scalinata…

Doccia, riposo in piedi come i cavalli e pronti per la cena… Girovaghiamo sempre alla ricerca di un’ispirazione… sarà stato il nome o forse il menù e l’atmosfera raccolta e gradevole che ci siamo ritrovati seduti al tavolo del ristorante LA VECCHIA LIRA

20140615_100524

Quando a pranzo avevamo letto Self Service, devo ammettere che ho pensato a un locale dove si consumano piatti preconfezionati e dozzinali e invece… la sera ci ha portato consiglio… e comunque è proprio vero che l’abito non fa il monaco, anzi il ristorante!

Servizio efficiente all’interno di questo presidio Slow Food (che ha come scopo quello di difendere e diffondere le eccellenze enogastronomiche e tutelarle dall’evoluzione industriale della produzione agroalimentare). Carne chianina eccezionale e prodotti freschissimi! Siamo partiti subito in quarta con un antipasto ultra abbondante, tutto a base di salumi (mortadella, prosciutto e salame ai semi di finocchio) e formaggi locali con delle bruschette con patè di fegato da strabuzzare gli occhi (parlo io che ho sempre disprezzato il patè) e capriolo marinato con rucola e pomodorini…

20140614_215806

 

Tra una chiacchiera e l’altra, il mio cavaliere studiava tutti i riconoscimenti che il ristorante aveva appesi al muro… ❤


20140614_215345… ma torniamo a noi! Di quinta marcia a 350 chilometri orari siamo passati a una tagliata al forno gratinata con patate (sempre al forno ovviamente) e una tagliata ‘liscia’ con verdure grigliate e sale di Cervia… cottura perfetta e ciccia buonissima!

20140614_222909 20140614_222855

E annaffiare il tutto con Antillo Bolgheri Doc Rosso, Guado al melo. Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot… 13 gradi di frutta rossa e spezie…20140614_215341Posto e piatti molto interessanti. Per info http://www.vecchialira.com/

Usciamo da questo posto, facciamo due passi per digerire e poi dritti a nanna… il tempo di una dormita (o un po’ di più) e vi racconterò l’ultima parte del nostro breve ma intensissimo weekend enogastronomico.

 

FINE SECONDA PARTE

————————————————————————————

 

3 thoughts on “Volterra e San Gimignano PARTE SECONDA. Sensazioni…sapori… emozioni…

  1. Mi pare di aver capito che che in questo romantico weekend avete essenzialmente …MAGNATO e pure di brutto!! Tutto molto buono, ma i taglieri di formaggi e salumi mi fanno venire l’acquolina pure a quest’ora!!! Ah sì, ci eravamo dimenticati di dirvi che a volterra ci sono un po’ di scalini da fare…secondo la porta dalla quale si accede…!!!!
    Comunque: siete bellissimi!!!!
    (grazie per il passaggio, ieri: umore reciprocamente nero a parte, è stato molto bello vedersi e scambiarsi un abbraccio di conforto ❤ ❤ <3)
    Ciao bellezza, buona giornata!

    1. Buongiorno grazie a voi per lo splendido regalo! Anche a me ha fatto molto piacere vederti… e la situazione purtroppo qui peggiora… non ce la posso fare!!!!Buona giornata! ♡

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...