Volterra e San Gimignano: ultima puntata di una fuga romantica con gusto!

Di Francesca R. Bragaglia

Ebbene sì, siamo arrivati alla fine del nostro weekend tra Volterra e San Gimignano… buon per voi che finalmente vi farò respirare un po’, peggio per me perché vorrei scrivere fiumi e fiumi di parole, trasmettervi tutte le emozioni dalla A alla Z… ma no se puede!!! Potrebbe essere l’argomento del mio primo libro… chissà…

Riprendiamo il nostro percorso immaginando i nostri eroi che si svegliano presto la domenica mattina, con le faccine e le fauci pulite…si incamminano nella sala dell’Hotel La Locanda dove si consuma la colazione… Colazione a buffet variegata dove si possono trovare cornetti, crostate, paninetti su cui spalmare sopra marmellata, cereali e prelibatezze salate come formaggio e salame… Noi abbiamo preferito tenerci leggeri in vista della bella camminata…

20140615_085822
… è qualcuno è stato beccato col sorcio in bocca…

20140615_085521 20140615_085526Rinvigoriti e pronti alla partenza, raccogliamo i nostri giocherelli dalla stanza e ci avviamo per un’altra passeggiata per Volterra…20140615_100503 20140615_100700 20140615_101025 20140615_101052 20140615_101943

 

 

Con il selfie di rito…

ioedariusQuando si avvicina l’ora di pranzo, ci guardiamo e decidiamo di riprendere la macchina e andare a San Gimignano, un paese a una trentina di km da Volterra…

20140615_153653 20140615_130037 20140615_125306 20140615_125155 20140615_125127 20140615_125121

Due parole su San Gimignano in Val d’Elsa. Comune della provincia senese famoso tra l’altro per la Vernaccia, una vitigno bianco da cui si ottiene un vino DOCG strepitoso. (Sapete perché è importante la Vernaccia di San Gimignano? Perché è stato il primo vino italiano ad ottenere la DOC nel 1966!). Il suo centro storico è patrimonio UNESCO in quanto è considerato fra i migliori esempi europei del XIII-XIV secolo di assetto urbanistico e architettonico. Splendida la Piazza della Cisterna e il Palazzo Comunale. Siamo anche capitati nel giorno di svolgimento della Ferie delle Messi, un festival medievale…purtroppo non abbiamo avuto tempo di assistere a questa manifestazione storica di nome e di fatto, però è stato bellissimo vedere donne e uomini vestiti con abiti di un tempo passato mescolarsi fra i turisti e la gente comune. Bandiere e profumo di festa e di quella voglia di tramandare e difendere la tradizione e la storia…

Cammina cammina e indovinate un po’? Ci è venuto un buco allo stomaco… Seguiamo dei cartelli e ci imbattiamo nel PERUCA’, un ristorantino piccolo ma confortevole… ricavato da alcune cantine contigue. Un posto dove si servono prodotti a chilometri zero e si privilegiano le eccellenze della zona come ad esempio lo zafferano (per info http://www.peruca.eu)…Entriamo e siamo fortunati: c’è un tavolo per due giusto giusto per noi!Ci sediamo e ci lasciamo ispirare dalle portate che vediamo scorrere sotto i nostri occhi fra le mani dei camerieri… aggiudicato!

Si parte con uno splendido vino, IL PRIORE, rosso di toscana IGT anno 2010 – Colombaio di Santachiara, 13.5%

20140615_132017

Un vino notevole ottenuto da uve sangiovese, canaiolo, colorino (vitigno autoctono della zona. Rosso rubino intenso, fruttato, speziato, vanigliato, ruffianissimo e con una vena di cacao e tabacco. Un vino con un passaggio in barrique con note di chiodi di garofano, agrume, pepe nero, frutta rossa e balsamico. Un bouquet strepitoso.

Apriamo le danze con due tipi di antipasti: da una parte bruschetta con fagioli cannellini, una quenelle di zucchine e prezzemolo, lardo prosciutto…20140615_133619

e un antipasto con salumi locali, formaggio, bruschettine con l’immancabile patè di fegato…20140615_133637

Ma l’asso nella manica presente in tutti e due i taglieri è la porzione di zucchine crude tagliate finissime con pecorino a scaglie e tartufo grattugiato… una vera poesia…

Nel frattempo le foto di rito…Dario (il mio cavaliere, il divoratore di cornettazzi, il nostro intenditore ufficiale di tagliate… le ha provate tutte!!!!! Non gliene sfugge una!!!!)

20140615_132626

 

E io, Francesca, sommelier in erba che tra il caldo e l’alcol più che un sommelier sembro Heidi… mancano solo le caprette che mi si materializzano alle spalle!

io

Da veri cicciaroli, una volta finito l’antipasto ci tuffiamo su un filetto di manzo alla Perucà avvolto da uno splendido abbraccio di lardo e pancetta con una porzione di cannellini al fiasco…

20140615_140233… E su una tagliata con funghi porcini gustosissima con contorno di patatozze al forno ultra buone

20140615_140317 20140615_140247

Abbiamo poi terminato con una bavarese con tartufo grattugiato fresco e una torta con miele, mousse di cantuccini e amaretti, il tutto accompagnato con grappa e caffè. Purtroppo non siamo riusciti a fare le foto a questi dolci. Li abbiamo guardati, li abbiamo gustati e abbiamo perso la cognizione di ogni cosa.

Posto stupendo, la cucina è di qualità e le materie prime di ottima scelta, non aspettatevi menù turistici…

Il nostro reportage termina qui, ma prima di congedarmi, se siete arrivati fin qui e siete intenzionati a visitare questi posti, fate un piccolo sforzo e se volete leggete questi piccoli consigli enogastronomici che possono essere anche sbagliati ma potrebbero anche servire no?

1)- Mai utilizzare le applicazioni con le recensioni dei ristoranti: sto imparando che la maggior parte delle recensioni o sono ‘farlocche’ o di parte… Ricordiamoci sempre che in cucina ci sono delle persone, non delle macchine. Può succedere anche ai migliori che una volta una pasta sia troppo sapida o la ciccia con una cottura sbagliata. Al posto di scrivere commenti negativi, perché non chiamare gentilmente il cameriere, far notare sempre gentilmente l’inconveniente e chiedere sempre gentilmente di farvi portare un altro piatto? (e se proprio volete insistere fatelo assaggiare direttamente o al proprietario o al cameriere?)… anche a noi che non siamo del mestiere(parlo per me come categoria ‘nerd della cucina’) succede di sbagliare… siamo umani.

2)- Studiate i menù che hanno esposto fuori, il menù vi deve ispirare. Non sono ad esempio, come ho scritto in una ‘puntata precedente’, attratta dai menù turistici o di degustazione, perché non c’è scelta e magari allo stesso prezzo posso prendere meno pietanze ma più ricche e personalizzate…

3)- Se volete tenere d’occhio il portafoglio e avete un po’ di tempo, guardate sui menù dei diversi ristoranti quanto costa un piatto che vi ispira e che ha ingredienti similari, oppure quanto costano la carne o il pesce all’etto;

4)- Scegliete sempre vini locali, imbottigliati all’origine, che non si sono fatti i chilometri. E’ un modo per contribuire alla diffusione della produzione locale… se vengo a sapere che in queste zone avete preso un barolo, giuro che vi rintraccio!!!

5) – godetevi tutto dall’inizio alla fine, rilassatevi, staccate il cervello, bevete e mangiate, respirate la storia e la cultura di questi posti incantevoli…

E concludo levando al cielo il mio bicchiere pieno di sogni… e faccio un brindisi…

Un brindisi a voi care e cari followers, amiche e amici e alla mia soccia…

Un brindisi ai miei cognatini per lo splendido regalo.

Un brindisi al mio cavaliere che con me condivide la passione per l’enogastronomia.

E un brindisi a te nonna, che mi hai infuso la gioia di apprezzare i prodotti della terra e che mi hai insegnato a vivere la cucina e che da lassù mi fai i tuoi sorrisi più belli…

 

 

 

One thought on “Volterra e San Gimignano: ultima puntata di una fuga romantica con gusto!

  1. Cin cin! Mi unisco al brindisi!! Evviva, felice che siate stati bene.
    E non fatico a crederlo vedendo le foto. Abbottati e felici ( Gabriele docet!).
    Ciao Heidi ( in quel passaggio m hai fatto ammazzà!!!)
    Mille baci e buona continuazione di giornata ( follie a parte…ma x quanto possibile, non ti curar di lui!) ❤ ❤ ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...