Moto On The Road. II Puntata – Südtirol. Per favore lasciatemi qui…

Di Francesca R. Bragaglia

Quattro giorni sono bastati per rapirmi il cuore. Giornate intense, spensierate, golose e mangerecce e, come cornice, le splendide Dolomiti e spettacolari valichi alpini. Il tutto rigorosamente (o quasi) vissuto su due ruote. Curve che affacciano su scorci verdi su cui ti vien voglia di scendere al volo e rotolare tra i fili d’erba curati uno per uno… (uno sfondo degno di Windows)…

20140817_094206

 

…tornanti infiniti stretti e mozzafiato da cui puoi sentirti un tutt’uno con la natura…

20140816_135920

 

… dall’avventuroso Passo dello Stelvio (il valico più alto d’Italia con i suoi 2758 mt sul livello del mare, che taglia in due le Alpi e che prevede 48 tornanti strettissimi per raggiungerlo!), meta di biker e ciclisti che trovano ristoro presso i più svariati carretti che ti preparano golosissimi panini caldi con veri wurstel e cipolle scottate dove i gestori, anche sotto la neve e il fiato a nuvoletta, ti sorridono con le magliette a maniche corte e i bermuda…

20140816_125043 20140816_125433 20140816_125444 20140816_115037 20140816_125946 20140816_135904… e sostare sulla via del ritorno al Braugarten Forst nel Meranese e bere birra all’ora del tè…(Questa è una tappa che vi consiglio vivamente. Se siete interessati alla visita guidata presso lo stabilimento Forst è necessaria la prenotazione. Per info visitate il sito http://www.forst.it)…

20140816_165812 20140816_165722 20140816_165731 20140816_165747 20140816_170037… ed avventurarsi per Passo Sella (valico delle Dolomiti che collega la Val Di Fassa alla Val Gardena)…

20140818_102418 20140818_102427 20140818_103207 20140818_105402 20140818_105407… e Passo Pordoi che collega Arabba a Canazei…20140818_114605 20140818_114626 20140818_114633 20140818_122608 20140818_122617 20140818_122631

***

Il Südtirol come tutto il Trentino, non è solo una meta scelta dai motociclisti per divertirsi con la moto (dove io per ‘divertirsi’ intendo affrontare con moderata velocità e con coscienza curve e tragitti, contemplare il verde e respirare aria pura… cosa che da un bolide a quattro ruote sarebbe più difficile!), ma è anche un luogo adatto alle escursioni. Solamente che, mentre per gli autoctoni e gli esperti percorrere sentieri impervi, saltellare sulle rocce come stambecchi e attraversare boschi con strade terrose che si affacciano su dirupi è normale amministrazione, per noi comuni mortali che pratichiamo sport leggeri – quali il sollevamento della forchetta, scagliare la cartaccia appallottolata nel cestino e la staffetta per passare il rotolo di carta igienica al povero disgraziato che lancia un segnale d’aiuto dal bagno con in mano l’ultimo misero strappo a mo’ di bandierina bianca – significa avere uno sviluppo di acido lattico all’ennesima potenza… soprattutto quando è domenica e non passano gli autobus.

Quanto sto per raccontarvi potrà servire per la vostra prossima vacanza in Trentino. Gli uffici turistici ti riempiono di brochure con tutti i percorsi escursionistici possibili ed immaginabili. Scegliete quello che più vi piace, controllate la durata stimata riportata sulla guida, verificate se sono stati indicati dei punti ristoro, se si può prendere la funicolare o gli autobus e se ci sono alternative brevi. Ma soprattutto, chiedete sempre conferma degli orari dei mezzi di trasporto e se tutti fermano dove avete trovato alloggio… Siamo partiti la domenica mattina da Lajon seguendo il Sentiero della Posta (il depliant indicava 3,5 ore di tragitto, che prende il nome dal giro che il postino percorreva due volte a settimana per consegnare la posta) per raggiungere Ortisei. Dopo aver percorso quasi 12 chilometri tra asfalto e boscaglia, convinti di poter tornare con l’autobus, abbiamo dovuto rinunciare per la troppa attesa e per problemi di coincidenze e ci siamo rimessi in cammino per altri 11 chilometri. Di certo siamo tornati stravolti e con una fame da lupi, ma quanto abbiamo visto non ci ha fatto rimpiangere la fatica…

20140817_094213 20140817_094221 20140817_095031 20140817_095039 20140817_100915 20140817_110540 20140817_110601 20140817_110842 20140817_121304 20140817_132732 20140817_132833 20140817_142623 20140817_142629 20140817_142727

E dopo questo excursus sulle attività sportive e di svago, è tempo di passare all’enogastronomia… però dovrete attendere la prossima puntata! 🙂 Follow us on MissioneGusto!

4 thoughts on “Moto On The Road. II Puntata – Südtirol. Per favore lasciatemi qui…

  1. Che posti meravigliosi! Foto e reportage splendidi. E io ora ho anche il mio grembiule tirolese autentico!! <3<3<3(grazie! La bottiglia abbiamo deciso che la berremo insieme, tutti e 4!!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...