Moto On The Road – III puntata. Südtirol in punta di forchetta.

Di Francesca R.Bragaglia

Quando ti trovi seduta sulla sella di una moto a ricoprire il ruolo di zavorrina, non devi assumerti la responsabilità della compagna di viaggio di un automobilista. Se ti trovi sul sedile accanto al guidatore potresti:

a) essere coinvolta in discorsi filosofici-esistenziali e non poter quindi fare l’agognato pisolino che hai pregustato non appena hai messo piede in macchina;

b) essere costretta ad ascoltare stazioni radio su cui non ti sintonizzeresti neanche se fosse l’unica frequenza rimasta sulla faccia della terra;

c) sottostare alle continue richieste dell’autista… dal bicchiere d’acqua al biscotto ripieno di cioccolato, dal ‘Mi-gratti-il-naso-e-me-lo-soffi-che-non-posso-togliere-le-mani-dal-volante?’ al ‘Mi sventoli che ho caldo e l’aria condizionata è rotta?’ il tutto seguito da frasi tipo ‘Grazie picipici/Sei il mio saccottino di crema/Che brava la mia crostatina di burro!’

Al contrario della sfigata assistente di viaggio del mezzo a quattro ruote, la zavorrina è libera di:

– parlare da sola;

– fare ruttini alla cipolla o al rafano e cantare da dentro al casco non facendo arrivare ad orecchio alcuno qualche bella stecca potente;

– chiudere gli occhi ogni tanto (se ci sono lunghi rettilinei da percorrere);

– fare tante foto;

– restare in silenzio e contemplare il panorama, alzare la visiera e annusare l’essenza della natura.

Un paesaggio da incorniciare quello del Südtirol, con strade costeggiate da vigneti, filari di mele di ogni forma e colore, mucche al pascolo (che producono latte per lo yogurt più buono del mondo. E se passate per Bolzano c’è un fornitissimo Mila Shop, per i maniaci del vasetto!), speck shop e Bäckerei (panifici dove sfornano i golosissimi bretzel)… è normale che poi ti viene fame e metti su qualche chilo!!!

20140816_114820 20140816_115000

Pur avendo complessivamente pochi soldi a disposizione, siamo riusciti a degustare le delizie tipiche del Trentino spendendo il giusto nella maggior parte dei casi. Prima di farvi venire l’acquolina in bocca, vi do un consiglio, anzi due:

1) controllate sempre ricevute e scontrini dei ristoranti. Potreste accorgervi troppo tardi (anche a chilometri di distanza, addirittura nel momento in cui avete appoggiato la testa sul cuscino) che il cameriere nel fare l’ordinazione, ha poi inserito erroneamente nel conto un piatto mai ordinato e che non costa poco… mi raccomando!

2) se decidete di acquistare l’acqua minerale nell’unico bar aperto o l’unico nella vostra zona, siate consapevoli del fatto che non saranno teneri sul prezzo. Fate scorta!

E ora qualche indicazione food&wine:

– Canederli (o Knödel): sono delle polpette di pane con speck (o con spinaci, con formaggio o anche con il fegato), condite con burro fuso o serviti in brodo.

20140818_140746

per la ricetta originale e depositata dei Canederli allo speck, ecco il link

http://www.altoadige-suedtirol.it/prodotti_tipici/gastronomia/ricette/canederli.php

– Cicciaroli di tutto il mondo unitevi! Dalla bistecca di manzo con cipolle stufate (un pallino dei trentini a quanto pare insieme alle patate propinate in tutti i modi)…

20140815_210046

… all’entrecôte di manzo…

20140815_210037

…tutti i tipi di carne sono ottimi e teneri come burro e sapientemente accostati a quenelle di burro ed erbette;

– Speck fortissimamente speck! Non ci sono suggerimenti sull’argomento… è la patria di questo salume, andate bene ovunque… ma siate prudenti con le salsine da accompagno. Potreste fare amicizia con il rafano che ha un sapore molto particolare e ricorda il wasabi…

20140818_141758

 

– Pane & Co. Bretzel, pane con semi di finocchio e cannella, pizza croccantissima con anice e cannella, grissini, pane bianco, pane di segale… fatevi un giro in una panetteria tipica! 🙂

– Edelvernatsch, ovvero la Schiava Gentile (vitigno a bacca rossa e varietà autoctona del Trentino insieme al bianco Gewurztraminer e al rosso Lagrein) da cui si produce un vino rosso rubino speziato, fruttato e avvolgente
image
…e sotto l’effetto dell’alcol farsi tentare dal winelfie…
image

… e dulcis in fundo…strudel! Servito con crema alla vaniglia e sentire in bocca il piacevole contrasto del caldo di questo fantastico dessert e la fresca crema…
image

Vi consigliamo, se vi trovate vicino Lajon-Klausen-Ortisei un ristorante meraviglioso, dove il personale è gentilissimo, il servizio è impeccabile, il rapporto qualità/prezzo è ottimo: l’Hotel Uberbacher a San Pietro (a 4 km da Lajon) dove abbiamo divorato e amato i piatti sopra descritti!

20140817_112505

Questo è il reportage sul nostro intenso viaggio in Trentino, dove domina la buona cucina, la natura e il suo rispetto. Dove regna la raccolta differenziata a 360 gradi, dove non c’è una cicca per terra… dove i motociclisti sono i soggetti di campagne di prevenzione (come la ‘No credit’)contro gli incidenti stradali, che vedono coinvolti sempre più centauri…
image

…ulteriore motivo per apprezzare ancora di più questo splendido luogo…

Volete sapere perché ci siamo fermati a Gossolengo sulla via del ritorno? Nella prossima puntata ve lo sveleremo!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...