Focaccina Focaccì ai carciofi e fontina… esperimento riuscito!

IMG_20150308_062036

Di Francesca R. Bragaglia

Organizzarsi per una serata speciale. Vagliando la disponibilità di ogni commensale invitato con anticipo. Perché quando viene organizzata la ‘Serata Gourmet’, non bisogna mancare, non esistono giustificazioni scritte o verbali (fatta eccezione per la mia dolce metà che è nuova del giro!). Cene a tema meravigliose, progettate a tavolino da persone fantastiche che studiano tutto nei minimi dettagli. Amici che non ho visto per un po’ di tempo, perché le strade si sono divise o perché non ci sono state occasioni per incontrarsi di nuovo. Amici che ho riscoperto e con i quali ho sempre passato momenti divertenti e piacevoli. Come l’evento di ieri sera. Abbiamo battuto sul tempo la Sagra del Carciofo Romanesco, abbiamo spiazzato i ristoranti e agriturismi locali che, nel periodo di questa festa socio-culturale-gastronomica stilano dei menù di degustazione a base del re delle Asteraceae. Noi ci siamo suddivisi portate e vini, rigorosamente bianchi e abbiamo creato un menù da urlo! Non sono riuscita a fare altre foto, oltre a quella della focaccia, perché abbiamo spazzolato ogni cosa come aspirapolveri; la sottoscritta si è concessa la ‘scarpetta’ lasciando il piatto brillante come se fosse appena uscito dalla lavastoviglie… Siete curiosi di sapere il menù? Se ci penso ho l’acquolina!

MENU’:

– Antipasto: Focaccia ripiena di cuori di carciofi;

– Primo: Ravioli Hand Made con ripieno di ricotta di bufala e carciofi con salsa al burro;

– Secondo: Polpettone ai carciofi con prosciutto cotto;

– Contorno: Sformato di patate e carciofi con mozzarella;

– Dolce: Torta al pistacchio e cioccolato.

VINI:

– Calice con succo d’arancia rossa e Turà;

– Pinot Chardonnay Metropol brut metodo classico;

– Sauvignon Villa Dei Magreis, Piera Martellozzo;

– Circeo Riflessi, Cantina Sant’Andrea.

Una serata davvero speciale, ma così speciale che ho voluto sperimentare la collaudata ricetta della focaccia e al posto di incastonare il condimento in superficie, l’ho ‘inzeppato’ nel mezzo. Doppia lievitazione come sempre e una grandissima emozione per aver superato anche questa prova. La focaccia non si è afflosciata ma ha mantenuto la sua mollicosità e morbidezza! 🙂

Ingredienti per l’impasto:

– 500 grammi di farina 00;

– una patata grande (circa 150/200 grammi);

– 1 bustina di lievito di birra secco;

– 450 grammi di cuori di carciofi surgelati;

– 1 spicchio d’aglio;

– 1 mazzetto di prezzemolo;

– 100 grammi di fontina tagliata a cubetti;

– 3 cucchiai di olio evo;

– sale qb;

– 2 cucchiaini rasi di zucchero;

– 200 ml di acqua tiepida

Preparazione:

– lessare la patata con la buccia, lasciarla raffreddare e passarla con lo schiacciapatate con tutta la buccia se volete che si spreca ancora meno patata;

– Sul piano di lavoro, porre la farina setacciata con la patata e il sale e aggiungere un cucchiaio di olio;

– Far sciogliere bene il lievito nell’acqua tiepida con l’aggiunta dello zucchero;

– Impastare e formare una palla che dovrà essere incisa a croce e messa a riposare in un luogo lontano da correnti e avvolta in canovacci e copertine per almeno un’ora e mezza;

– In una padella scaldare un cucchiaio di olio con uno spicchio di aglio e versare ancora surgelati i cuori di carciofi, aggiungere il prezzemolo tritato e un pizzico di sale; farli cuocere e se necessario per agevolare la cottura aggiungere un filo d’acqua e coprire con un coperchio;

– Accendete il forno a 200°

– Trascorso il tempo di lievitazione, quando noterete che la palla di pasta avrà come minimo raddoppiato il volume, ungetevi le mani con poco olio e dividete l’impasto in due. Stendete con le mani una parte di esso sul fondo di una teglia rettangolare precedentemente oliata o foderata di carta da forno; a questo punto disporre i cuori di carciofi su questa superficie insieme al formaggio a cubetti e al prezzemolo. Stendere su un piano ricoperto di carta da forno leggermente oliata la rimanente pasta con cui andrete a coprire il tutto, riportatela delicatamente sulla teglia cercando di sigillare bene i bordi e lasciar lievitare per minimo un’altra ora; infornate per circa 25/30 minuti!

Non ve ne pentirete!

 

3 thoughts on “Focaccina Focaccì ai carciofi e fontina… esperimento riuscito!

    1. Grazie! Garantisco come cavia e come creatrice che è fantastica… la patata lessa nell’impasto in perfetto stile focaccia pugliese gli conferisce una morbidezza persistente anche a distanza di ore!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...