Lasagne di pane e verdure. Nuova puntata con il ri-cibo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Di Francesca R. Bragaglia

Emergenza emergenza! Verdure svenute a ore 12! Sento il loro affannoso respiro nel frigo, bussano sulle pareti del cassetto dove si trovano stipate… gli agretti che provano a strozzare le zucchine, il prezzemolo, ha un calo di pressione, è pallido e si aggrappa al contenitore delle patate lesse avanzate dalla cena della sera prima, che a loro volta stanno spingendo sul coperchio… per non parlare poi di quel finale di prosciutto cotto che si sta chiedendo quale sarà il suo ruolo del mondo e con le sue domande esistenziali ha svegliato una mozzarella prossima alla scadenza… vi chiederete: “ma che cosa hai in frigo? Uno zoo?”. Signore e signori, benvenuti nella mia cucina come avrebbe detto la Parodi… la cucina del “Non ti uso finché non scadi”, del “Caro peperone sei troppo sodo, aspettiamo che ti afflosci un po’”… Scherzi a parte, avendo tremila cose da fare ed essendo libera solo nel weekend mi posso sbizzarrire tra i fornelli, dedicarmi alla lettura e passare un po’ di tempo con la mia adorata genitrice e il mio nonnino. Ed ecco che, come posso, mi piazzo davanti al frigorifero e faccio il quarto grado ai cibi nel frigo… tranne al mio Ginetto, il lievito madre che non posso certo trascurare… “Come ti chiami? Da quanto sei qui? Ti ricordi come ci sei arrivato? Ti va di essere cucinato?”… Tasto, annuso, guardo e vi assicuro che quasi nulla finisce nel secchio… anzi ho preso più consapevolezza degli scarti da quando ho guardato la serie “Zero Sprechi” condotta da Lisa Casali… non butta nulla! Neanche la terra attaccata ai funghi appena colti! Ho scoperto che puoi usare tutto! Persino i baccelli delle fave! E grazie a lei ho scoperto come piantare lo zenzero… fino a lì ci sono arrivata… il problema è che non sono stata in grado di farlo evolvere più di tanto… sono arrivata al livello di veder spuntare la prima fogliolina e poi il niente… ma questa è un’altra storia!

Il piatto che vi sto per presentare è buono freddo. Nella variante al piatto e finger food è sublime… ed è anche divertente da far mangiare ai bambini… Al posto della pasta all’uovo ho usato il pane in cassetta… indovinate perché? Perché era in procinto di scadere… l’avevo comperato per fare delle polpette e visto che non lo mangiamo quotidianamente, è rimasto lì ad attendere… attendere… attendere… neanche la crosticina ho buttato! 🙂 Ovviamente potete usare tutte le verdure che volete, l’importante è che le manteniate umide (io le ho ripassate in padella con del brodo di carne ahimè pronto), affinché le fette di pane si bagnino bene… Un altro aiuto lo fornisce la mozzarella non strizzata da cospargere sopra….

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E ora procediamo…

Ingredienti (per una teglia di alluminio rettangolare per 8 persone):

  • 2 mazzetti di agretti;
  • 1 cipolla;
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 4 patate lesse;
  • 4 zucchine;
  • 1 barattolo di piselli;
  • 1 finale di prosciutto cotto (erano circa 150 grammi);
  • 12 fette di pane in cassetta;
  • 1 bicchiere di brodo di carne già pronto;
  • 2 mozzarelle;
  • 8 sottilette;
  • 1 brik di besciamella da 500 ml;
  • 1 mazzetto di prezzemolo;
  • 3 foglie grandi di basilico;
  • sale qb;
  • pepe qb;
  • pangrattato qb (non avendolo a casa ho tritato delle friselle)…

Procedimento:

  1. Pulire, lavare gli agretti e lessarli;
  2. Tagliare la cipolla a pezzettini piccoli;
  3. Mondare le zucchine, lavarle e tagliarle a rondelle sottili;
  4. Tagliare a cubettini il prosciutto cotto e la mozzarella;
  5. Frullare le friselle (o le fette biscottate) e ridurle in pangrattato;
  6. Scaldare la padella, aggiungere l’olio e far appassire la cipolla, quindi aggiungere le zucchine e farle rosolare una decina di minuti. Quindi aggiungere i piselli con un po’ di loro acqua, mescolare e far insaporire;
  7. Sminuzzare gli agretti, tagliare le patate a cubetti e preparare un trito di basilico e prezzemolo, mescolare tutto insieme e versare nella padella, quindi aggiungere il bicchiere di brodo, aggiustare di sale e pepe e far cucinare una decina di minuti.
  8. E ora passiamo all’assemblaggio: nella teglia alternare uno strato di:
  • besciamella;
  • pancarrè;
  • verdure;
  • cubetti di prosciutto;
  • mozzarella e sottilette;
  • pangrattato.

Infornate a 220° per circa 25 minuti, fino a completa doratura della superficie. Dimenticatevi di questa lasagna e mangiatela quando si sarà raffreddata! E buon appetito!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...