Sembrano innocui biscottini… e invece… tentazioni salate per aperitivo.

image

image

Di Francesca R. Bragaglia
Lo ammetto. Sono una internet dipendente. Il cellulare, visti i pochi scorci di tempo libero, è una grandissima ancora di salvezza.  Soprattutto quando hai traslocato da poco e i tuoi beneamati libri di cucina sono ancora da mamma. Quindi, ecco una situazione tipo assai ricorrente: mensola vuota e frigo… idem. Inviti gli amici a cena per fargli fare il minitour della tua splendida casetta (un concentrato di bellezza in pochi metri quadri… soprattutto perché l’arredamento è stato scelto dalla sottoscritta ihihihihihih… scherzo!)e ti balena in testa l’idea che l’antipasto/aperitivo all’italiana ti ha stufato. E allora cosa si fa? Si afferra l’aggeggio malefico, si smanetta un po’ e ti imbatti nella ricetta giusta. Che puntualmente andrai a modificare. “Allora qui dice che serve il burro… ehm no, ho fatto l’appello non c’è. Ha risposto la margarina… Il parmigiano? Ehm no, ci sta solo il pecorino… E se lo facessimo più saporito con un po’ di speck?”… Monologhi che prima o poi troveranno una fine, ruotano intorno alla fantasia e alla disponibilità degli ingredienti. Oppure per permettere anche a chi normalmente non può mangiarli, di realizzarli ad esempio con le farine speciali, senza perdere il gusto.
Questi biscottini che sembrano semplici frollini sono in realtà più pericolosi delle ciliege. Uno tira l’altro. Sono molto nutrienti e si accompagnano con una bollicina… e anche ai rotolini di tramezzino.
La ricetta originale prevede il parmigiano e l’ho perfezionata sostituendolo con il pecorino e lo speck e utilizzando kamut e margarina. E come direbbe Giorgione “Mmm, delicious!”. Sono facilissimi… come dei frollini!

Ingredienti (per una trentina di biscottini):
– 130 grammi di farina di kamut;
– 100 grammi di margarina a temperatura ambiente;
– 100 grammi di pecorino;
– 100 grammi di speck sminuzzato;
– 1 uovo intero;
– 1 pizzico di pepe (facoltativo).

Procedimento:
– Impastare farina e margarina fino a creare un impasto sabbioso/granuloso, quindi aggiungere il pecorino e lo speck continuare a lavorare;
– Incorporare l’uovo, formare una palla e collocarla in frigo per almeno mezz’ora.
– Trascorso il tempo di riposo stendere la pasta con uno spessore di circa un centimetro e con le formine (a stella, tonde, a forma di delfino, quello che volete) create i biscottini che andranno cotti in forno statico bello caldo a 180 gradi per 15-20 minuti.
E buon aperitivo! 🙂

Missione Gusto

One thought on “Sembrano innocui biscottini… e invece… tentazioni salate per aperitivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...