Nonostante tutto. Torta al cioccolato fondente con ripieno al cocco.

Di Francesca R. Bragaglia

Le due foto della ricetta, preferisco inserirle a fine articolo. Per non influenzare la lettura. Perché, anche se non è stato il risultato sognato – disegnato a immagini con pixel enormi nel cervello, con tanto di musica trionfale, con banda al seguito e majorettes – a livello prettamente estetico, è stato, nonostante tutto, un successo strepitoso.

Sono stata attentissima alle dosi, mentre tagliavo a metà la base, mi sono immaginata chirurgo di fama mondiale, assistito dalla sua equipe in un delicato intervento, con tanto di asciugatura della fronte da parte dell’infermiera (‘bona’, platinata, con il push-up esagerato e i labbroni tipo canotto… ah, ho capito sono un chirurgo delle dive, ma pensa te dove sono capitata!). Mi sono anche trattenuta nel rubare a me stessa qualche assaggino di impasto (con cucchiaini rigorosamente puliti) e mi sono limitata a gettarmi a raschiare il fondo del piatto dove si trovava la crema al cocco e il pentolino della ganache.

Base di cioccolato morbidissima e umida al punto giusto, ripieno fresco e fragrante per la presenza di farina di cocco. Il tutto ricoperto da una ganache al cioccolato fondente che Te dico levati proprio!

Una ricetta che ammetto di aver trovato su internet, sul sito dedicato a un famosissimo libro di cucina che ricordo sin da bambina (anche se mia madre si è sempre affidata a quel compendio culinario che riporta in copertina il bellissimo dipinto del XVI secolo Il Mangiafagioli del grande Annibale Carracci), e che purtroppo o dà le cose come scontate, anche per chi è nerd come me, o è dedicato ai maghi dei fornelli già lanciati, o evidentemente era per me una giornata no. Sembrava una torta che a seguito di traumatici sobbalzi, si era un po’ spostata dal suo asse. Ammetto anche che, non sapendo fare le decorazioni con la sac a poche, mi sono cimentata a distribuire la simpaticissima panna spray (per riparare ai mega difetti del dolce… crepe sparse, dislivelli, buchi d’aria) sulla superficie, prima di servirla, dopo una cena strepitosa accompagnata da qualche bicchiere di Chianti e Monica di Sardegna… Ehm… forse non sono stata molto molto precisa però l’ho fatto con amore.

Portata a tavola però devo dire che una volta addentato il primo boccone, ho sentito mugulii di goduria alla Giorgione (il simpatico cuoco/chef/guru della cucina laida e corrotta in tivù! Qui vi ripropongo la mia esperienza nel suo ristorante

https://missionegusto.com/2016/06/23/weekend-dedicato-alla-fuga-umbria-mon-amour-giorno-uno-tra-forti-emozioni-e-degustazioni/)!
Buona, buona, buona. Nonostante tutto.

E ora via con gli ingredienti e la preparazione! 
Per la base:

• 120 g di burro morbido

• 40 g di zucchero a velo

• 150 g di cioccolato fondente

• 4 uova

• 150 g di zucchero

• 130 g di farina 

• 20 g di amido di mais

• un pizzico di lievito per dolci
Per il ripieno:

• 350 g di latte 

• 90 g di cocco disidratato

• 50 g di zucchero

• 15 g di amido di mais

• 6 g di gelatina in fogli

• 130 g di panna fresca
Per la ganache:

• 40 g di burro morbido

• 150 g di panna fresca

• 175 g di cioccolato 
– Sciogliere il cioccolato a bagnomaria;

– In una ciotola sbattere i tuorli con il burro morbido e lo zucchero a velo e cercare di ottenere un composto montato al quale aggiungere il cioccolato fuso tiepido;

– Montare gli albumi con un pizzico di sale e una volta raggiunta una certa consistenza solida, unire lo zucchero semolato, in più volte e sbattere fino a quando non saranno belli lucidi e fermi. Dovranno poi essere incorporati dal basso verso l’alto all’impasto e poi per ultimo, versare a tranche farina, amido e lievito mescolati insieme e setacciati.

– Collocare in una teglia di circa 24 cm di diametro imburrata e infarinata o rivestita di carta forno a 160 gradi per circa 30-35 minuti e fare la prova stecchino!

– E ora la farcia. Ammollare la gelatina in acqua fredda. Mettere sul fuoco il latte con il cocco disidratato, mescolare e portare a ebollizione e da lì contare un minuto. A fuoco spento aggiungere lo zucchero e l’amido di mais, già mescolati insieme. Infine Aggiungere i fogli di gelatina strizzata e mescolare. Versare la crema in una recipiente,  coprire con pellicola a contatto e lasciar raffreddare fuori dal frigo. Una volta raffreddata la crema incorporare la panna montata e collocare in frigo.

– Prendere la base, togliere la cuticola zuccherosa dalla superficie, tagliare via la calotta e ‘cercare’ (dico cercare perché nella ricetta non era specificato il diametro del contenitore, poi mi sono accorta che sotto la ricetta c’erano i commenti dei naviganti e lì ho scoperto solo ‘dopo i fochi’, la triste realtà) di praticare una rientranza per accogliere il delizioso ripieno, rinchiudere con il disco sovrapposto e porla in frigo;

– Far bollire la panna, spegnere il fuoco e aggiungere subito il cioccolato a pezzi e mescolare fino a completo scioglimento, quindi aggiungere il burro, mescolare e far raffreddare la ganache;

– Decorare con la ganache e come più vi piace!

 E ora le foto. Ma non ridete, vi prego! Vi giuro che è buonissima! La prossima volta verrà sicuramente più bella! Tiè! 😁

6 thoughts on “Nonostante tutto. Torta al cioccolato fondente con ripieno al cocco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...