I sapori della mia infanzia. Carne con peperoni e patate

20140813_151848

Di Francesca R. Bragaglia

Non è spezzatino. Potrebbe essere un piatto povero. O uno svuotafrigo. Di certo mi ricorda l’ infanzia, un’estate trascorsa a Carmiano, frazione di Vigolzone in provincia di Piacenza. Il torrente Nure, i pisarei con o senza fasö, il pane alla zucca, le lucciole la sera… i gechi nella stanza, la zia Westfalia (per tutti Faglia) che la sera a circa ottant’anni si scioglieva la cipolla e lunghi capelli d’argento le cadevano sulle spalle. Criniera che veniva accuratamente spazzolata per interi minuti, un rito seguito da una buona dose di crema per il viso… è lei l’artefice di questa golosità. Un secondo semplicissimo da fare a base di carne macinata, peperoni e patate, ma veramente godurioso.

Ingredienti per 4 persone:

– 300 gr. di macinato di bovino adulto;

– 1 salsiccia spellata;

– 4 patate grandi a cubetti;

– 1 peperone giallo a striscioline;

– 1 peperone rosso a striscioline;

– 1 cipolla bianca a fette;

– 20 pomodorini ciliegini tagliati a cubetti;

– 1 dado;

– olio evo;

– sale

In una padella far appassire la cipolla nell’olio, far rosolare le patate poi aggiungere la carne, i pomodorini e i peperoni gialli e rossi. Versare un po’ d’acqua, il dado, aggiustare di sale e lasciar cuocere.

🙂